Portogruaro: Mesi, e non giorni, per riparare il “Giavellotto”

C’è voluto più di un anno, e non pochi giorni, prima che il Comune provvedesse alla riparazione della statua “Giavellotto”.
Portogruaro, 05.06.2018. Quest’oggi è stata pubblicata la determina n.1023 del dirigente Area Tecnica del Comune con la quale si affida ad un privato la manutenzione straordinaria della statua denominata “Giavellotto”. Tale opera ha abbellito un tratto della riva del Lemene, nel cuore del centro storico, sino al marzo del 2017. In quella data venne rimossa perché – come ebbi modo di scrivere lo scorso anno – era finita nel fiume a seguito di un atto vandalico. Da allora non si è saputo più niente. All’inizio di questa primavera, quasi certamente per opera dell’ufficio manutenzione del Comune, sono state gettate, nel punto in cui svettava il Giavellotto, le nuove fondamenta sulle quali lo si sarebbe ricollocato in maniera più solida.

Oggi vengo a sapere dalla sopracitata determina che il Comune ha affidato il ripristino della statua danneggiata alla stessa ditta che l’aveva realizzata nel 2001. Nulla da obiettare sulla scelta e sull’importo della riparazione (400 euro più IVA). Quello che sorprende è leggere all’inizio del documento che la rottura della statua in acciaio è avvenuta nei giorni scorsi mentre, come vi ho spiegato prima, l’atto vandalico risale al marzo 2017. Altro che alcuni giorni. Qua è passato più di un anno!

E’ incomprensibile il ritardo dell’amministrazione comunale nel procedere alla riparazione di una delle tante opere d’arte che abbelliscono il centro storico. In questo specifico caso non mi sembra irreprensibile l’operato dell’amministrazione. Sono mancate comunicazione, ai cittadini, e tempestività nel risolvere il problema.

error: Content is protected !!