Portogruaro. Roberto Zanin (CSX): La Lega risolva i propri problemi senza scaricare le responsabilità sugli altri

Nella foto i consiglieri comunali Alessandra Zanutto e Roberto Zanin.

Portogruaro, 05/10/2017. Nell’ultimo consiglio comunale si è discusso animatamente una mozione, presentata dalla maggioranza, riguardante la salvaguardia dei poli ospedalieri nel Veneto orientale. La capogruppo della Lega Nord, Alessandra Zanutto, aveva sottolineato come – a suo avviso – il predecessore dell’attuale sindaco di Portogruaro (ovvero il dem Antonio Bertoncello ndr.) non aveva mai puntato i piedi in conferenza dei sindaci per salvaguardare il nosocomio San Tommaso dei Battuti. Dinnanzi a queste accuse di immobilismo, gli ha risposto il consigliere di minoranza Roberto Zanin(Centrosinistra Più Avanti Insieme). “Probabilmente la consigliera Zanutto ha visto un altro film negli ultimi anni perché se qualcuno ha difeso l’ospedale di Portogruaro è stata l’attuale minoranza (CSX). Non certo l’attuale maggioranza. Ricordo solo due iniziative: un consiglio comunale all’aperto in piazza della Repubblica molto partecipato sul tema sanità. Una manifestazione davanti all’ospedale di Portogruaro organizzato dal consiglio comunale. La Lega probabilmente non c’era, non ricordo di averla vista. Forse era nascosta da qualche parte, forse non era in consiglio comunale. Adesso non ricordo esattamente. Molto probabilmente, cara consigliera Zanutto, questa mozione è solo una difesa di qualcuno contro qualcun altro. Siccome il problema è interno alla Lega, è giusto che la Lega si risolva in casa certi problemi in Regione. Non scarichi le responsabilità su chi fino ad oggi si è sempre battuto per certe questioni territoriali.” Le ultime frasi di Zanin si riferiscono ai contrasti (mai sopiti) tra i leghisti sandonatesi, capeggiati dall’attuale vicegovernatore Gianluca Forcolin, e quelli del Portogruarese, guidati dal consigliere regionale Fabiano Barbisan. Il primo non ha mai fatto mistero di voler realizzare un ospedale unico nel Veneto orientale (possibilmente nell’area del Sandonatese) mentre il secondo è propenso a mantenere lo status quo ovvero i due ospedali di Portogruaro e San Donà di Piave. La manifestazione, alla quale ha fatto riferimento Zanin, si è svolta il 19.10.2014 alla presenza di molti cittadini. L’eco di quella partecipata iniziativa era giunta anche nel consiglio comunale di San Donà di Piave dove l’allora consigliera Francesca Zaccariotto aveva elogiato l’attivismo del sindaco Bertoncello nella salvaguardia del suo ospedale in contrasto con la titubanza mostrata – a suo avviso – dal primo cittadino sandonatese, Andrea Cereser, nel tutelare il proprio di ospedale.

error: Content is protected !!