Portogruaro: Il M5S chiede la diretta streaming delle commissioni consiliari

Nella foto alcuni attivisti del M5s di Portogruaro impegnati ad informare e ascoltare i cittadini.

Portogruaro, 20/10/2017. I Cinquestelle chiedono che ad essere trasmesse in diretta streaming su Youtube non siano solo le adunanze del consiglio comunale, ma anche le riunioni delle commissioni.

La richiesta, contenuta in una mozione presentata dal consigliere comunale Claudio Fagotto, rappresenta uno dei capisaldi del M5s ovvero quello di promuovere la massima trasparenza dell’azione amministrativa nonché di favorire la partecipazione dei cittadini alla vita politica. Nel documento viene anche richiamato un significativo passaggio del programma di mandato del sindaco Maria Teresa Senatore in cui si afferma che “il cittadino è posto al centro dell’azione amministrativa. Principale interesse è quello di contribuire alla crescita e al benessere dell’individuo”. Già in passato chi ora sta scrivendo questo articolo aveva chiesto al presidente del Consiglio Comunale, Gastone Mascarin, la possibilità di registrare i lavori delle commissioni. Mi venne risposto che “la ripresa e la diffusione delle sedute di commissione trova ostacolo nel rispetto della privacy dei partecipanti”. Per tale motivo “rimane difficile autorizzare la ripesa/registrazione di tali riunioni che risulta comunque essere sempre a discrezione del Presidente di Commissione.” Ancora una volta viene invocata la tutela della privacy per ostacolare la pubblicazione di sedute che sono – è bene ricordarlo – pubbliche. Il M5S si è allora documentato scoprendo che nel 2001 il garante della privacy aveva espresso parere favorevole (ribadito l’anno successivo) alle riprese e alla diffusione televisiva delle riunioni del consiglio comunale, purché i presenti siano stati debitamente informati dell’esistenza delle telecamere e della successiva diffusione delle immagini. Cade perciò la scusa della violazione della privacy. Come ebbi modo di dire in passato, la possibilità di vedere da casa le dirette/registrazioni delle commissioni è una cosa utile ed una gran comodità, perché pochi cittadini riescono per motivi di tempo a partecipare dal vivo alle sedute che solitamente si iniziano alle ore 18.30. I Cinquestelle prevedono costi nulli o comunque limitati per la diretta streaming delle commissioni in quanto il Comune di Portogruaro è già in possesso dell’attrezzatura necessaria utilizzata per la registrazione delle sedute del consiglio comunale. GLI OSTACOLI. Qui potrebbe sorgere un problema perché la diretta del “parlamentino portogruarese” avviene attraverso una webcam fissa posta in cima alla sala consiliare. Le commissioni, invece, non hanno una sede fissa. Possono aver luogo nella sala Russolo, nella sala delle Colonne oppure nella sala consiliare. Bisognerebbe quindi avere una telecamera mobile e un computer portatile (per la trasmissione dei dati) da collocare di volta in volta dove avviene la riunione. Inoltre durante le commissioni non vengono mai utilizzati i microfoni per cui ci sarebbe anche una difficoltà a registrare l’audio visto che alcuni consiglieri hanno una voce flebile. Infine pare che qualche consigliere sia contrario a farsi riprendere, perché spesso nelle commissioni si lascia andare ad espressioni poco consone al ruolo istituzionale che ricopre. Quando l’ho saputo ho pensato che a maggior ragione bisogna registrare le commissioni per ricondurre il comportamento di tutti i consiglieri entro i binari di un confronto rispettoso. Seguirò con attenzione la trattazione di questa mozione in consiglio comunale per poi rendere noto, nel caso in cui la mozione venga respinta, le ragioni che non ne hanno consentito la sua approvazione e chi ha votato contro.

error: Content is protected !!