Caso Mascarin: l’intera minoranza chiede la convocazione del consiglio comunale

Nella foto il presidente del Consiglio Comunale, Gastone Mascarin, accanto al sindaco Maria Teresa Senatore.

Portogruaro, 21/10/2017. Stamani i tre gruppi di minoranza (Centrosinistra, Misto e M5S) hanno protocollato in municipio la richiesta di convocare un consiglio comunale sulla ormai nota vicenda che vede per protagonista il presidente del Consiglio Comunale, Gastone Mascarin. La minoranza chiede che venga data adeguata relazione sul patteggiamento ottenuto dal Mascarin per un reato in materia elettorale. Questo fatto, lo ricordiamo, è venuto alla luce solo qualche giorno fa, grazie ad uno scoop del Gazzettino, nonostante risalga allo scorso aprile. Dalle dichiarazioni rilasciate alla stampa tutti i componenti della maggioranza sarebbero stati all’oscuro dell’intera vicenda. Oltre alla relazione si chiede che vengano valutati i correlati profili politico-istituzionali. Come già anticipato stamani sul Gazzettino, il segretario generale, Giorgio Ferrari, dovrà dire in base alle leggi vigenti se il reato, per il quale Mascarin ha patteggiato, è compatibile o meno, dal punto di vista giuridico, con la carica di consigliere comunale e quindi di presidente del consiglio. Se il segretario non rileverà alcuna incompatibilità si porrà tuttavia un problema politico sul quale dovrà pronunciarsi l’intero consiglio comunale in una dibattito che si preannuncia incandescente. In base al regolamento comunale la convocazione del consiglio dovrà avvenire entro i prossimi 20 giorni. Mentre il gruppo di Centrosinistra preme, già da ora, per le dimissioni di Mascarin, sia per il reato commesso sia per aver taciuto il fatto all’intero consiglio, il Gruppo Misto, invece, è attendista. Vuole prima sentire cosa a da dire Mascarin “a sua difesa”. Cauto anche il M5s che condanna comunque l’assenza di trasparenza su questa vicenda.

 

 

error: Content is protected !!