MONITORAGGIO TORRE PENDENTE: C’È L’INTESA TRA IL COMUNE E LA DIOCESI

Portogruaro, 19/01/2017. La giunta comunale ha accolto la proposta, inviatagli dalla Diocesi di Concordia Pordenone il 14.01.2017, con la quale l’ente religioso si assume gli oneri finanziari relativi alle attività di monitoraggio della torre campanaria senza però, è bene sottolinearlo, entrare nella diatriba della proprietà del manufatto che rimane ancora nebulosa.
Con questa intesa la Diocesi, al fine di non incorrere in responsabilità di carattere civile e penale, ha inteso ottemperare, in totale e condiviso accordo con il Comune, alle disposizioni contenute nelle ordinanze sindacali emanate sul finire dello scorso agosto. I due dispositivi, partendo dall’assunto che la proprietà del campanile non è ascrivibile al Comune, ordinavano alla Parrocchia di Sant’Andrea di provvedere celermente alla prosecuzione dei monitoraggi del campanile nonché di far compiere le indagini soniche tomografiche sulle murature del manufatto. Fino ad oggi i monitoraggi, affidati agli esperti dell’Università di Trento, erano stati sempre pagati dal Comune. Con l’accordo appena stipulato le spese saranno a carico di sua Eccellenza, il Vescovo Giuseppe Pellegrini, il quale ha così sollevato da ogni responsabilità la Parrocchia in merito alle disposizioni sindacali appena elencate. Tuttavia la Diocesi continua a respingere la titolarità del campanile.

error: Content is protected !!