La sperimentazione della rotatoria di San Giovanni non convince il M5s

Nel tondo il consigliere comunale Claudio Fagotto. Sullo sfondo la rotatoria “sperimentale”.

Portogruaro, 02.06.2018. Da pochi giorni è iniziata la fase sperimentale della rotatoria di San Giovanni con la collocazione dei classici manufatti bianchi e rossi a delimitare la nuova viabilità. Così almeno si intuisce leggendo la stampa locale e l’ordinanza sindacale n.44 che rileva la necessità di attivare preliminarmente una rotatoria per almeno 30 giorni presso l’intersezione tra le vie Bon, Manin, Fondaco e S. Giovanni. Ma al consigliere comunale Claudio Fagotto (M5s) qualcosa non quadra, perché non capisce cosa si stia sperimentando dato che esiste già il progetto esecutivo e si è già fatto il bando di gara per l’affido dei lavori. La sperimentazione in atto – scrive Fagotto in un’interrogazione – “dovrebbe essere prevista prima di assegnare i lavori e far parte di un studio di fattibilità” che parta da una raccolta dati programmata e di notevole entità vista l’importanza dell’area. Invece negli allegati al bando di gara, non è citata né prevista una rotatoria sperimentale. Fagotto, in attesa che gli venga indicato in quali documenti compare la rotatoria sperimentale, vuole sapere con che modalità si stanno monitorando i flussi e conteggiando il passaggio dei veicoli e dei pedoni. Chi si occuperà di analizzare i flussi rilevati e con che modalità si sta verificando il grado di soddisfazione degli automobilisti che percorrono la rotatoria.

error: Content is protected !!