Clamoroso. Andrea Martella escluso dalle liste del Pd

Nella foto l’On. Andrea Martella mentre partecipa ad un incontro organizzato dal Circolo del Pd di Portogruaro lo scorso 12 gennaio. Accanto a lui, in piedi, il segretario mandamentale, Roberto Zanin.

Portogruaro, 27.01.2018. Si è conclusa alle quattro del mattino di oggi la maratona notturna della direzione del Partito Democratico per votare le liste dei candidati alle politiche. Tra i nomi eccellenti rimasti fuori c’è anche quello del portogruarese Andrea Martella, alla Camera dei Deputati dal 2001 e con alle spalle ben quattro legislature. La minoranza orlandiana, alla quale appartiene lo stesso Martella, e quella emiliana non hanno partecipato al voto, perché non è stato possibile alcun negoziato sulla costruzione delle liste “presentate-imposte” dal segretario Matteo Renzi. In nottata la direzione aveva respinto la proposta di Orlando, Emiliano e Cuperlo di avere un ora di tempo per guardare i nomi nelle liste. Si sapeva che sarebbe finita così già dal pomeriggio di ieri quando, alla proposta avanzata dalla minoranza per recuperare candidati come Martella, Damiano e Lo Giudice, non arrivava alcuna risposta. Le percentuali congressuali, lo spazio alla società civile e quello alle forze alleate e, soprattutto, il numero dei parlamentari certamente in calo non hanno aiutato. Ma la rottura con la minoranza è sul metodo. Per Renzi è stata un’esperienza devastate quella della compilazione delle liste, ma incoraggia i suoi: gli ultimi sondaggi danno il Pd in crescita di un 3% in più cosicché almeno una decina di collegi da contendibili diventano vinti. La clamorosa uscita di scena di Martella, nonostante il ministro Orlando avesse chiesto per lui la deroga al numero massimo di legislature previste dal regolamento del Pd, spalanca le porte al secondo mandato della portogruarese nonché renziana della prima ora, Sara Moretto. Il suo nome compare al secondo posto, dopo quello del ministro uscente Dario Franceschini(*), nella lista plurinominale alla Camera dei Deputati valida per il nostro collegio. Martella, lo scorso 12 gennaio, aveva ottenuto pubblicamente i ringraziamenti del segretario Zanin per aver aderito, con un sostanzioso contributo volontario, alla sottoscrizione volta a sostenere le attività del locale Circolo del Pd.

(*) Oggi, domenica 28 gennaio, i giornali hanno annunciato che il ministro Dario Franceschini ha rinunciato a candidarsi nel collegio veneziano lasciando il suo posto ad un altro esponente del governo: Marco Minniti. Dietro di lui, nella lista, rimane confermata la parlamentare Sara Moretto.

error: Content is protected !!