Terenzi: La maggioranza ha detto no al programma accoglienza profughi

Nella foto il capogruppo del Centrosinistra, Marco Terenzi.

Portogruaro, 30/07/2017. A pochi giorni dall’ultima seduta del consiglio comunale, il gruppo consiliare di Centrosinistra (espressione del PD) commenta la bocciatura della propria mozione riguardante l’adesione del Comune di Portogruaro al Programma “SPRAR” (Sistema Protezione Richiedenti Asilo Rifugiati).

“La mozione che impegnava la Giunta Senatore ad assumere un ruolo attivo nella gestione della vicenda relativa ai richiedenti asilo a Portogruaro e più in generale nel Veneto Orientale, senza subire il fenomeno e decisioni assunte altrove, è stata sostenuta dal Gruppo “Centrosinistra Più Avanti Insieme”, presentatore della stessa, e dal Gruppo M5Stelle. E’ caduta nel vuoto, dunque, la richiesta di adesione del Comune di Portogruaro al programma SPRAR (Sistema Protezione Richiedenti Asilo Rifugiati), grazie ai voti dei Gruppi di maggioranza e del gruppo “Misto”. Un ennesimo errore di prospettiva della Giunta Senatore. Infatti con l’adesione al programma SPRAR, frutto del protocollo di intesa fra Ministero degli Interni ed ANCI, il Comune avrebbe assunto un ruolo di regia, coordinamento e controllo delle iniziative; avrebbe individuato direttamente il soggetto gestore dei progetti di accoglienza programmata ed integrata; avrebbe ricevuto i fondi dal Governo; avrebbe potuto prevedere anche il lavoro volontario socialmente utile dei richiedenti asilo a beneficio della comunità; avrebbe potuto promuovere la rete di soggetti, persone, famiglie, Associazioni del privato sociale e del volontariato ed Istituzioni, che interagiscono intorno ai progetti di accoglienza; avrebbe goduto dell’ allentamento dei vincoli finanziari del patto di stabilità e di vantaggi finanziari previsti dalla recente norma; sarebbe stato, infine, esente da ulteriori e successive assegnazioni effettuate dal Prefetto sull’onda della pressione del bisogno. In definitiva avrebbe gestito da protagonista ed in modo programmato i processi di integrazione, gli unici in grado di garantire inclusione e sicurezza dei cittadini e della comunità. Avrebbe potuto inoltre svolgere un ruolo di proposta e guida nell’ambito della Conferenza dei Sindaci del Veneto Orientale. Ora i richiedenti asilo nel territorio di Portogruaro sono 89, senza nessun ruolo ed intervento del Comune! Ancora una volta la Giunta Senatore e la maggioranza di centrodestra a trazione leghista hanno deciso di chiamarsi fuori, di non svolgere un ruolo attivo sulla questione dei richiedenti asilo e di esporre così il Comune di Portogruaro alle decisioni che verranno prese da altri in altre Sedi sulla spinta di situazioni straordinarie, rinunciando – fra l’altro – ad una serie di indubbi vantaggi derivanti dall’assunzione di una responsabilità e di un ruolo attivi. Infine rappresentiamo la profonda delusione nel constatare che la maggioranza che sostiene la Giunta Senatore, in tutte le sue componenti, sulla proposta di adesione allo SPRAR, presentata e motivata dal Gruppo “Centrosinistra Più Avanti insieme” non è entrata nel merito della questione e non ha portato alcuna argomentazione politico-amministrativa a sfavore dello SPRAR; si è limitata a dire no! Un po’ poco per un argomento così rilevante sul piano politico amministrativo e delle implicazioni nella comunità!”

error: Content is protected !!