Sistemazione pericoloso incrocio sulla Triestina a Lison: Il Gruppo Misto vuole andare oltre i “proclami” dell’amministrazione Senatore

Portogruaro, 27.02.2018. Sono trascorsi ormai dieci giorni da quando una coppia di anziani concordiesi ha perso la vita in un tragico incidente stradale avvenuto sulla Triestina, nei pressi di un pericoloso incrocio a Lison. La morte dei coniugi, oltre ad aver generato una comprensibile e forte commozione tra i loro compaesani, ha riacceso i riflettori su uno dei punti neri della viabilità nel Veneto orientale. Ieri il Gruppo Misto (foto copertina) ha presentato un’interrogazione per sapere quanti incontri sono intercorsi tra l’amministrazione Senatore e l’ente gestore della Triestina, ovvero l’ANAS, dal momento che la stessa amministrazione, in un comunicato stampa, afferma di aver incontrato più e più volte la dirigenza dell’ANAS per cercare soluzioni alla pericolosità dell’intersezione. Si chiede inoltre di avere i verbali di tali incontri e di sapere quante volte l’amministrazione ha chiesto all’ANAS di agire sulla strada statale 14 dal momento che, sempre sul sopracitato comunicato stampa, l’amministrazione afferma di aver chiesto per l’ennesima volta all’ANAS che si agisca sulla statale 14. Il Gruppo Misto sembra voglia andare a fondo della questione superando i soliti “generici proclami” dell’amministrazione che vogliono manifestare ai cittadini una decisa e rapida volontà nel risolvere la questione nonostante nel recente passato le cose siano andate ben diversamente. Lo scorso 24 maggio il Gruppo Misto aveva presentato nel parlamentino portogruarese una mozione che impegnava l’amministrazione comunale a realizzare, entro il 2018, una nuova via d’uscita di via Attigliana e via Caduti per la Patria a Lison sulla Triestina, ovvero a pochi metri dal tragico frontale. L’impegno concreto e circostanziato nei tempi, richiesto dal Gruppo Misto al sindaco, generò un aspro dibattito in sala in quanto la maggioranza non ne voleva sapere che il proprio agire fosse vincolato ad una data di scadenza, ovvero il 2018. La sindaco, supportata dalla capogruppo della Lega Nord, propose che la questione fosse rinviata ad una commissione consiliare per un ulteriore approfondimento nonostante la giunta comunale, con delibera n. 110 del 2 agosto 2016, avesse approvato all’unanimità il progetto definitivo per la messa in sicurezza di tale incrocio. Tali incongruenze vennero fatte vivacemente presenti dagli esponenti del Gruppo Misto (Paolo Scarpa e Alida Manzato) che tuttavia, per evitare la bocciatura della loro mozione, accettarono la proposta della maggioranza di togliere dal testo della mozione ogni riferimento temporale per la realizzazione dell’opera.

error: Content is protected !!