Terenzi e la Senatore commentano, a loro modo, i finanziamenti statali per il campanile

Portogruaro, 21.02.2018. Anche il capogruppo del Centrosinistra, Marco Terenzi, ha appreso con soddisfazione che il Governo Gentiloni e il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, hanno assegnato alla città di Portogruaro oltre 4 milioni di euro per la ristrutturazione e messa in sicurezza della Torre Civica Campanaria del Duomo di S. Andrea. “La soddisfazione è ancor maggiore – osserva Terenzi – perché in linea con quanto sostenuto dalle precedenti Amministrazioni e dal Gruppo “Centrosinistra Più Avanti Insieme”, che ha manifestato il suo costante interesse sulla vicenda, al di là della questione sollevata dall’Amministrazione Senatore sulla proprietà, la Torre Campanaria è stata – evidentemente – considerata un bene di rilevanza pubblica. Del resto il fatto che sia iscritto a patrimonio del Comune, il riconoscimento del rango di monumento nazionale, il fatto che lo stesso sia il simbolo della Città di Portogruaro nel suo Gonfalone e gli interventi effettuati ed i percorsi avviati dalle precedenti Amministrazioni, ne sono la diretta testimonianza.” Terenzi auspica che l’attuale Amministrazione, senza ulteriori indugi, metta in campo gli interventi finalizzati alla tutela del bene monumentale ed alla sicurezza dei cittadini. La sindaco Maria Teresa Senatore ha indirettamente rassicurato Terenzi che “l’Amministrazione Comunale si attiverà fin da subito per avviare le opere di messa in sicurezza del campanile.” Hai poi ringraziato tutti i parlamentari e politici che si sono attivati per arrivare a questo importante risultato. Essendo nel vivo della campagna elettorale, la sindaco non si è voluta sbilanciare facendo i nomi, nemmeno quello della parlamentare portogruarese che più di altri si è spesa per avere questo cospicuo finanziamento, ovvero la dem Sara Moretto in cerca di una (ormai certa) riconferma alla Camera dei Deputati. D’altronde c’era da aspettarselo da un’amministrazione comunale di centrodestra che vede la propria vicesindaco, Ketty Fogliani (Lega), anche lei in corsa per un posto alla Camera. La sindaco ha poi ricordato che l’Amministrazione comunale, a proprie spese, ha provveduto a mantenere sotto costante controllo il Campanile attraverso il monitoraggio dell’immobile. Ha omesso, però, di dire che il vescovo della Diocesi di Concordia-Pordenone, Giuseppe Pellegrini, all’inizio del 2017 aveva accettato “l’invito”, racchiuso in due ordinanze sindacali, di accollarsi gli oneri finanziari relativi alle attività di monitoraggio della torre che in precedenza erano stati sempre interamente pagati dall’amministrazione comunale in quanto mai nessuno, prima della sindaco Senatore, aveva messo in discussione la proprietà del bene monumentale.

error: Content is protected !!