Restauro torre campanaria: Dalla V commissione nessun dato certo

Portogruaro, 12.04.2018. Ieri sera chi ha partecipato ai lavori della V commissione consiliare confidava di conoscere delle novità riguardo i possibili interventi che interessano la torre campanaria alla luce del finanziamento statale (Mibact) pari a 4,2 milioni di euro. In realtà le informazioni fornite non hanno aggiunto alcun tassello al quadro già poco chiaro sulla torre civica. Innanzitutto non è stato ancora accertato chi è il proprietario di questo bene monumentale, simbolo della città. A causa di questa incertezza non si conosce il beneficiario dei 4,2 milioni di euro. Potrebbe essere l’amministrazione comunale, la Soprintendenza oppure la Parrocchia di Sant’Andrea. Lo verremo a sapere indicativamente dopo il 20/21 aprile quando la Corte dei Conti registrerà il decreto del Mibact che ha stanziato complessivamente 597 milioni di euro per il recupero di beni monumentali, di cui 4,2 milioni destinati alla torre di Portogruaro. Se tale registrazione non dovesse avvenire il finanziamento andrebbe in fumo. Tuttavia pare di capire che tale ipotesi è assai remota. Se tutto procederà per il meglio, l’erogazione del finanziamento avverrà in tre tranche: una nel 2019, l’altra nel 2020 e l’ultima nel 2021. Nel frattempo l’amministrazione comunale (e non solo lei) attende con impazienza di conoscere l’elaborazione del monitoraggio annuale alla torre civica che sarà disponibile ai primi di maggio. Se ci sarà la conferma che il trend dello schiacciamento della muratura è pari a 0,5 mm all’anno, allora saremo di fronte ad un dato significativo, ma non allarmante. Tra gli eventuali interventi d’urgenza previsti rientra l’imbragatura della struttura sino ad un’altezza di tre metri. Il costo di tale intervento si aggira sui 150 mila euro che il Comune anticiperebbe per poi rifarsi sui fondi stanziati dal Mibact. Il consigliere Fagotto (M5s) ha chiesto al dirigente Area Tecnica del Comune se ha condotto a termine l’inventario dei beni comunali in modo da capire se la torre civica appartiene o no al Comune. Il dirigente ha risposto dicendo di non aver ancora concluso l’incarico, ricevuto la scorsa primavera. L’assessore Morsanuto ha invitato tutti a sorvolare sulla questione della proprietà e ad essere contenti che a Portogruaro arriveranno 4,2 milioni di euro per la torre civica. Eppure era stata proprio l’amministrazione Senatore a dimostrarsi irremovibile sulla proprietà della torre attribuendola alla Parrocchia di Sant’Andrea. Anche secondo il consigliere del Centrosinistra Marco Terenzi è bene andare oltre il “braccio di ferro” sulla proprietà, che potrebbe rallentare l’intervento di restauro, e puntare invece direttamente sugli interventi di consolidamento.

error: Content is protected !!