Portogruaro: Sistemata l’area giochi al parco comunale. Acqua putrida, invece, nella fontana del Piri

Portogruaro, 23.04.2018. Sistemata l’area giochi nel parco della Pace. Il “fiato sul collo” che la consigliera di minoranza, Vittoria Pizzolitto, ha esercitato verso la sindaco Senatore ha funzionato. Dopo aver presentato un’interrogazione nella quale denunciava lo stato di degrado e di compromissione in cui era finito la più importante area verde del centro storico, la Pizzolitto può ora prendere atto che l’amministrazione comunale è corsa ai ripari. Oltre allo sfalcio dell’erba sono stati riparati alcuni giochi a disposizione dei bambini. Tra questi segnaliamo il ritorno di un’altalena. Bisognerà, invece, attendere lo scadere dei fatidici 30 giorni dalla presentazione dell’interrogazione per sapere se l’amministrazione Senatore ha intenzione, a breve, di attuare un programma di salvaguardia, recupero e manutenzione del parco della Pace attraverso anche un nuovo manto sabbioso presso l’area giochi. La risposta, molto probabilmente, consisterà in un generico impegno dell’amministrazione comunale, alla quale sta “ovviamente” a cuore il parco della Pace, di provvedere in futuro ( senza specificare una data esatta) un intervento manutentivo più approfondito. Di certo non si potrà accampare la scusa che l’ente locale non ha risorse da spendere dal momento che di recente il Comune ha acquistato da un privato un quadro per oltre 30 mila euro, ha speso quasi 50 mila euro per realizzare le ultime attività natalizie e la mega festa di fine anno. Senza poi considerare che nel secondo week-end del prossimo mese, Portogruaro ospiterà Terra dei Dogi in Festa assieme alla Fiera del Bio, due eventi per i quali nel 2017 l’amministrazione ha “investito” quasi 40 mila euro. Quindi risorse ce ne sono e parecchie direi. Dipende solo dove si vuole spenderle definendo le priorità. Non ha invece sortito gli effetti sperati la polemica, sollevata da Pietro Rambuschi sulla stampa locale, in merito all’acqua putrida in cui sono costretti a nuotare (fino all’asfissia) i pesci rossi nella fontana del giardinetto Ippolito Nievo (foto sotto). Anche stamani ho preso atto che nella vasca non c’è alcun ricambio d’acqua tant’è che l’acqua ha assunto un colore verdognolo e un cattivo odore stemperato da quello dei vicini bossi (cespugli). C’è da sperare che la recente adesione di Rambuschi al direttivo cittadino di Forza Italia possa indurre la sindaco Senatore a soddisfare la sua richiesta, e la vita dei pesci rossi, visto che il partito di Berlusconi è tra le forze che sostiene questa amministrazione di centrodestra.

error: Content is protected !!