Portogruaro: La Lega Nord prende le distanze da Rosario Padovano

Comunicato stampa apparso sulla pagina facebook della Lega Nord di Portogruaro il 23.10.2017.

La Lega Nord di Portogruaro intende prendere le distanze nel modo più assoluto dall’articolo apparso ne La Nuova Venezia di oggi, lunedì 23 ottobre, a firma Rosario Padovano, poiché quanto contenuto, a proposito della Lega Nord, non corrisponde in alcun modo al vero.
Innanzitutto, si precisa che non vi è stata alcuna “riunione infuocata”, tanto meno sabato sera,e non vi è, soprattutto, alcun tipo di imbarazzo, come è stato scritto, ancor più, come riportato nel titolo, non vi è “una partita a scacchi con il Sindaco”.
Purtroppo, per l’ennesima volta, assistiamo ad un modo di dare le notizie che non ci piace dato che, almeno per quanto riguarda la Lega Nord, non vi è stata alcuna comunicazione rispetto a presunte offerte di cariche a chicchessia e non “si sta vagliando” alcuna ipotesi come invece viene riportato nel succitato articolo.
Rispetto all’”oggetto” in questione, ovvero la posizione dell’attuale Presidente del Consiglio Comunale Gastone Mascarin a seguito della sua vicenda in cui è stato coinvolto, come Lega Nord siamo uniti e compatti, sia all’interno del gruppo consiliare e di giunta che della sezione di Portogruaro, nell’affermare che verranno fatte, unitamente al Sindaco e alla maggioranza,compreso quindi l’interessato, tutte le valutazioni del caso, con chiarezza e trasparenza.
Ribadiamo soltanto che, come più volte affermato per situazioni analoghe, è fondamentale per la Lega Nord il mantenimento di un comportamento eticamente responsabile da parte di chi è chiamato ad assumerselo, ma qualsiasi decisione verrà comunque valutata al momento opportuno e nelle sedi preposte.
Ogni notizia quindi che viene data al riguardo per la Lega Nord è frutto unicamente di fantasiose ipotesi giornalistiche e di illazioni di cui non si comprendono gli obiettivi, se non forse quello di dar credito a pettegolezzi e “chiacchiericci” per un gioco a cui la Lega Nord di Portogruaro non intende in alcun modo partecipare.”

Qui sotto l’articolo “incriminato” apparso su la Nuova Venezia.

error: Content is protected !!