Pizzolitto: Il punto nascita di Portogruaro diventerà attrattivo con l’organico al completo

Portogruaro, 23.11.2017. La notizia, apparsa stamani sul Gazzettino, delle dimissioni di due medici dell’Ostetricia di Portogruaro ha riportato nuovamente sotto i riflettori, e in maniera sconfortante, la situazione del punto nascita in riva al Lemene.

Appena un mese fa era stato evidenziato come il numero dei parti presso l’ospedale San Tommaso dei Battuti non fosse molto elevato dal giorno della sua riattivazione. Con l’attuale trend di nascite, si stima che entro la fine dell’anno si raggiungerà a fatica il centinaio. Inoltre sembra che le due ostetriche andate in maternità non siano ancora state sostituite. Di fronte a questo quadro poco rassicurante è intervenuta la consigliera comunale di minoranza, Vittoria Pizzolitto, per quale occorre al più presto invertire la rotta, acquisire credibilità e diventare attrattivi anche nei confronti dei vicini Punti Nascita friulani. Bisogna riportare il reparto di Portogruaro a come era prima del declassamento in termini di funzionalità, operatività e sicurezza. C’è bisogno soprattutto di riportare il reparto in classe TRE dove, come indicato dalla stessa Regione Veneto, vengono accolte donne in età gestionale uguale o superiore alle 34 settimane, programmati interventi come i parti cesarei e garantito alle mamme il parto con l’epidurale, a condizione che vi sia il Primario ed un organico adeguato (si è sempre scritto di 7 medici + il primario). Secondo Pizzolitto il Governatore Luca Zaia, così come ha inaugurato la riapertura del Punto Nascite nel maggio scorso, dovrebbe ora chiedere ragione di quello che sta succedendo a Portogruaro, del clima di sfiducia che aleggia nel reparto e del perché i medici ginecologici continuano a lasciare l’ospedale del Lemene. “Occorre subito bandire il concorso per il Primario di Ostetricia e Ginecologia e di Pediatria di Portogruaro. Solo così si invertiranno i numeri dei parti, solo così i medici, le ostetriche, gli operatori sanitari avranno certezza che esiste un progetto di potenziamento e rilancio del Punto Nascite, solo così -conclude Pizzolitto – si recupererà la fiducia da parte delle mamme nel reparto maternità ed infanzia di Portogruaro.”

error: Content is protected !!