Borgo San Nicolò: Il M5S mena fendenti a Destra e a Sinistra

Portogruaro, 02/11/2017. Dopo anni di “oblio”, recentemente si sono accesi i riflettori su Borgo San Nicolò.

Non stiamo parlando di quelli puntati sul campo sportivo che consumano 3 mila euro di corrente elettrica all’anno (fonte consigliere comunale Enrico Zanco), bensì delle attenzioni che gli amministratori locali (di ogni colore politico) stanno dedicando a questo popoloso quartiere nonché potenziale bacino di voti. Il consigliere pentastellato Claudio Fagotto, come del resto la stragrande maggioranza dei cittadini, è venuto a sapere “dai media locali e da qualche esponente del Consiglio Comunale (Paolo Scarpa ndr.) di una possibile realizzazione di un ipermercato nella zona antistante all’hotel alla Botte o nelle immediate vicinanze della scuola elementare/asilo del quartiere di San Nicolò.” Eppure, fa notare il consigliere grillino, “non più di 10 giorni fa e precisamente il 19 ottobre, la stessa Amministrazione, incontrando i residenti del quartiere, dove tra le varie problematiche sono emerse quelle legate alla viabilità, non aveva minimamente accennato ad un progetto simile, neanche a seguito di una specifica domanda, posta dal consigliere Fagotto, sulla veridicità di tale notizia! Nulla!” A quell’incontro avevo partecipato anch’io ed in effetti Fagotto aveva chiesto conferma, senza ottenere alcuna risposta, di un possibile sviluppo commerciale presso l’area retrostante la scuola di via Magellano. Fagotto disse di essere disponibile a discuterne, ma rimaneva convinto che il traffico, generato da questo nuovo supermercato, avrebbe aggravato la principale arteria stradale di Borgo San Nicolò. Su questo, come su altri progetti, i Cinquestelle evidenziano, per l’ennesima una volta, il silenzio dell’amministrazione comunale tanto da indurli a chiedersi se dietro a questo sistema di (mancata) comunicazione si nasconda una volontà precisa di portare alla luce, a giochi ormai conclusi, le manovre messe in atto dall’Amministrazione, escludendo di fatto i cittadini da ogni possibile decisione. E’ opportuno ricordare che nell’area in questione è presente da tantissimi anni la criticità legata al tanto famigerato elettrodotto e di cui, ad oggi, siamo ancora in attesa di conoscerne gli sviluppi delle trattative portare avanti e delle relative soluzioni. Per quanto riguarda l’incontro organizzato dal gruppo “Centro Sinistra più Avanti Insieme” per discutere sulla situazione del polo sportivo, Fagotto lo ritiene “un’autentica beffa nei confronti degli stessi abitanti di San Nicolò, ma anche di tutti i cittadini portogruaresi, che si sono visti edificare una struttura pubblica che ha dell’incredibile per tempistica e costi, in cui si è tentato di giustificare un risultato imbarazzante che è sotto gli occhi di tutti, con l’aggravante delle dichiarazioni in Consiglio Comunale dell’ex assessore allo sport (Irina Drigo ndr.) la quale ha ribadito testualmente: “Non mi pento e rifarei tutto quello ho fatto sul Polo sportivo!”. Ritengo tutto ciò –conclude Fagotto parlando a nome del M5S -vergognoso e lontano dall’apertura verso la proposizione di eventuali soluzioni condivise con i cittadini”.

 

 

error: Content is protected !!