Borgo San Nicolò: Anche il Gruppo per il Cambiamento critica la sindaco Senatore

Dopo il M5S anche il Gruppo per il Cambiamento, un’associazione nata all’interno di Forza Italia, critica la sindaco Senatore per non aver ancora risolto il problema dell’elettrodotto di Borgo San Nicolò.

Portogruaro, 26.01.2018. I valori di induzione magnetica generati dall’elettrodotto di Borgo San Nicolò si sono sempre mantenuti abbondantemente al di sotto dei limiti fissati dalla legge. A dirlo l’amministrazione comunale che, in un comunicato stampa di ben 41 righe, cita una fonte certa: i dati rilevati da ARPAV. L’inequivocabile rassicurazione è giunta dopo la pesante accusa lanciata ad inizio settimana dai Cinquestelle secondo i quali c’era stato, invece, un notevole aumento del campo elettromagnetico durante lo scorso settembre. Sembrava che l’allarme elettrodotto fosse rientrato, invece oggi il portavoce del Gruppo per il Cambiamento, Mattia Lenardon, sostiene che i valori massimi non vengono rispettati. “Dopo quasi un ventennio – scrive Lenardon – non si è capaci di trovare una soluzione, innumerevoli i tentativi da parte dei residenti del quartiere e dei suoi comitati, ma ancora nessun impegno concreto e definitivo. Intanto la popolazione si ammala di tumori, i ragazzi dell’asilo e della scuola elementare sono in constante rischio per la salute.” Vengono contestate l’attuale amministrazione, guidata dalla sindaco Maria Teresa Senatore, e la Regione Veneto per il loro scarso impegno nel risolvere questa problematicità nonostante, secondo Lenardon, ci siano le risorse. A mancare sarebbe solo l’impegno dell’amministrazione. Ad aggravare la vivibilità del quartiere c’è poi l’annosa questione del traffico, delle infinite code lungo viale Pordenone che rendono l’aria pericolosa. Anche in questo caso – sempre secondo Lenardon – le soluzioni sarebbero a portata di mano, ma il sindaco di Portogruaro, che ha la delega ai lavori pubblici per la Città Metropolitana di Venezia, tarda ad intervenire scordandosi i suoi concittadini. Infine il mancato completamento della pulizia, avviata tre anni fa, della roggia Versiola farebbe si che i residenti nelle vie Solferino e Versiola convivano con i topi in casa.

Nella foto Mattia Lenardon accanto all’elettrodotto di Borgo San Nicolò e alla sindaco Maria Teresa Senatore.

error: Content is protected !!