Questo sito utilizza cookies (anche di terze parti) per un miglior funzionamento.

Se continuate la navigazione accettate l’uso di cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Testo informativa estesa sull'uso dei cookie.

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie di "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

 

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie si possono distinguere diverse categorie:

- Cookie tecnici.

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web; cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l'installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice, che il gestore del sito, qualora utilizzi soltanto tali dispositivi, potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

- Cookie di profilazione.

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell'ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull'uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l'art. 122 del Codice laddove prevede che "l'archiviazione delle informazioni nell'apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l'accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l'utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all'articolo 13, comma 3" (art. 122, comma 1, del Codice). Il presente sito non utilizza cookie di profilazione.

 

Cookie di "terze parti"

Visitando il presente sito web si potrebbero ricevere cookie da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" come Facebook oppure sistemi di visualizzazione di contenuti multimediali embedded (integrati) come ad esempio Youtube e Bambuser. Si tratta di parti generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina web del sito ospitante visitato. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da "terze parti" è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ 
Youtube\Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/                                                                                                                              Bambuser informativa: https://bambuser.com/privacy

 

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione dell'eventuale comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente. Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Gestione dei cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. 
Attenzione: con la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici potrebbe compromettere l'utilizzo ottimale del sito. 
La disabilitazione dei cookie "terze parti" non pregiudica in alcun modo la navigabilità.
L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie "proprietari" e per quelli di "terze parti". A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione. In internet è facilmente reperibile la documentazione su come impostare le regole di gestione dei cookies per il proprio browser, a titolo di esempio si riportano alcuni indirizzi relativi ai principali browser: 

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it 
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie 
Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9 
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html 
Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

Riqualificazione ex Perfosfati. Centrosinistra: La giunta Senatore non ha coinvolto la Cittadinanza

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa del gruppo consiliare Centrosinistra Più Avanti Insieme (nella foto il capogruppo Marco Terenzi).

Nel programma elettorale del Gruppo “Centrosinistra Più Avanti Insieme” ha trovato adeguata attenzione il completamento della riqualificazione di un’area così importante e di pregio quale la “Ex Perfosfati” identificandola quale opera prioritaria e raccomandando di inquadrare l’intervento in una logica sovracomunale.

La stessa attenzione non l’abbiamo colta da parte della coalizione che ha sostenuto l’attuale Sindaco ed Amministrazione. Infatti il programma elettorale non faceva alcun cenno all’area “Ex Perfosfati” e nel Programma delle Opere Pubbliche 2016_2018 la stessa Amministrazione Senatore stralciava, senza apparente motivazione, le realizzazioni precedentemente previste.

E’ stato il Gruppo Consiliare di Centrosinistra a chiedere formalmente il reinserimento dell’opera nel Programma delle Opere Pubbliche perchè strategica per la città così come è stato il Gruppo stesso a chiedere che tale opera rientrasse, ai fini del finanziamento, nell’ambito del Bando Periferie contenuto nel Decreto del Governo. Lo faceva nella forma della “lettera aperta”, rivolta a tutte le istituzioni, dal livello locale a quello centrale ed ai parlamentari locali, nell'interesse più generale dell'Ente e della Comunità.

Per questo il “Gruppo Consiliare Centrosinistra Più Avanti Insieme” ha espresso grande soddisfazione per la comunità nel momento in cui l’intervento di “archeologia industriale” e di ristrutturazione e rifunzionalizzazione dei capannoni sono rientrati nelle opere finanziabili della Città Metropolitana dal “Bando Periferie”.

Ma nonostante gli elementi di soddisfazione a fronte del fatto che, anche grazie all’azione del Gruppo Centrosinistra Più Avanti Insieme, è stato rimesso al centro dell’attenzione il comparto “Ex Perfosfati”, con la concreta possibilità del completamento attraverso il “Bando Periferie”, di un imponente intervento di riqualificazione, che è iniziato e si è sviluppato nei decenni precedenti, non possono essere sottaciuti elementi critici e di preoccupazione intorno a questo tema.

Sono due i provvedimenti della Giunta Senatore che interessano la materia.

- La Delibera di Giunta n. 109 /2016, di approvazione del progetto di fattibilità tecnico economica per gli interventi di bonifica e di riqualificazione dell’area “Ex Perfosfati”, ai fini della partecipazione al “Bando Periferie”.

- La Determinazione n.1012 dd.19/05/2017 recante per oggetto l’affidamento dell’incarico di progettazione per i lavori di restauro e consolidamento statico dell’immobile “Ex Perfosfati”, con il correlato schema di bando

Il primo elemento fortemente critico nei confronti dell’Amministrazione Senatore è che di fronte ad un’area ed ad una progettualità di tale complessità ed importanza il Consiglio Comunale e le sue articolazioni non sono stati adeguatamente coinvolti in questi mesi ed in queste fasi. Intorno al progetto come quello della riqualificazione di un’area così estesa e di tale pregio, oggetto già di cospicui investimenti, si sarebbe dovuto aprire un dibattito con il coinvolgimento delle istituzioni, in primis il Consiglio Comunale e le sue articolazioni ed in secondo luogo nella comunità attraverso il confronto con i portatori d’interesse e con il mondo dei corpi intermedi ad interesse socio-economico, turistico, culturale, formativo, etc.

Perché la Giunta Senatore, che ha potuto utilizzare un percorso già intrapreso sul piano realizzativo e la progettazione esistente ai fini del “Bando periferie” su un‘area a forte contenuto strategico per la Città non ha inteso avviare un confronto istituzionale collegiale e sociale sull' aggiornamento e sulle eventuali innovazioni tecniche progettuali da apportare, tenendo conto delle modifiche normative, economiche e territoriali intervenute e dei nuovi obiettivi programmatici di area? Ricordiamo come sul progetto e sul futuro dell'area le precedenti amministrazioni avevano sviluppato un importante percorso di programmazione progettuale ed il Consiglio Comunale, con delibera n. 129 del 15.12.2008, aveva potuto deliberare sulle linee di indirizzo per la predisposizione del bando di gara per l'appalto integrato.

La mancanza di confronto e di dibattito nell’Istituzione e nella comunità su un tema di grande rilevanza in una fase comunque promettente determinata dal “Bando periferie” ci ha indotti ad agire per rimettere al centro dell’attenzione la realizzazione di questa decisiva opera e di chiedere la convocazione della Commissione competente all’interno della quale cercheremo di porre a tema alcune osservazioni e di chiedere risposta ad alcuni quesiti, in particolare sui temi della continuità dell’azione amministrativa, del rapporto fra la progettazione di cui già dispone l’Amministrazione ed il nuovo progetto di fattibilità tecnico-economica approvato, delle linee di indirizzo della progettazione stessa, dell’assetto urbanistico discendente ed infine dei tempi previsti dalla procedura “Bando periferie” e di quelli dovuti dalle norme vigenti. 

Questa richiesta di approfondimento ci dice che stiamo parlando di un area estesa, di grande pregio urbanistico e funzionale, impegnativa sul piano della bonifica e della riqualificazione; che la stessa è stata oggetto di attenzione da parte delle Amministrazioni precedenti e di imponenti investimenti e che potrebbe vedere il completamento del progetto complessivo con gli interventi di “archeologia industriale” e di ristrutturazione e rifunzionalizzazione dei capannoni. Un progetto come quello della riqualificazione di un'area così importante per Portogruaro, per il Veneto Orientale e per la stessa Citta' Metropolitana richiede partecipazione da parte delle istituzioni e degli stakeholders nella comunità, continuità amministrativa, trasparenza e rigore nelle procedure.

Il Gruppo consiliare “Centrosinistra Più Avanti Insieme” continuerà a fare la sua parte, anche di sollecito e di stimolo della Amministrazione, affinchè la nostra città raccolga questa storica opportunità che si è presentata e per l’assunzione ulteriori iniziative politiche ed amministrative di valorizzazione e di promozione di Portogruaro quale Comune capoluogo di un mandamento e del Veneto Orientale quale area omogenea che deve avere spazio e riconoscimento, anche per la sua specificità, all’interno della Citta Metropolitana di Venezia.

 

Facebook

Visitatori del nostro blog

< >
OGGIOGGI806
IERIIERI1434
QUESTA SETTIMANAQUESTA SETTIMANA5797
QUESTO MESE QUESTO MESE 25759
UTENTI COLLEGATI ORA 52
< >