Questo sito utilizza cookies (anche di terze parti) per un miglior funzionamento.

Se continuate la navigazione accettate l’uso di cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Testo informativa estesa sull'uso dei cookie.

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie di "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

 

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie si possono distinguere diverse categorie:

- Cookie tecnici.

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web; cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l'installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice, che il gestore del sito, qualora utilizzi soltanto tali dispositivi, potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

- Cookie di profilazione.

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell'ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull'uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l'art. 122 del Codice laddove prevede che "l'archiviazione delle informazioni nell'apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l'accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l'utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all'articolo 13, comma 3" (art. 122, comma 1, del Codice). Il presente sito non utilizza cookie di profilazione.

 

Cookie di "terze parti"

Visitando il presente sito web si potrebbero ricevere cookie da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" come Facebook oppure sistemi di visualizzazione di contenuti multimediali embedded (integrati) come ad esempio Youtube e Bambuser. Si tratta di parti generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina web del sito ospitante visitato. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da "terze parti" è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/ 
Youtube\Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/                                                                                                                              Bambuser informativa: https://bambuser.com/privacy

 

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione dell'eventuale comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente. Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Gestione dei cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. 
Attenzione: con la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici potrebbe compromettere l'utilizzo ottimale del sito. 
La disabilitazione dei cookie "terze parti" non pregiudica in alcun modo la navigabilità.
L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie "proprietari" e per quelli di "terze parti". A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione. In internet è facilmente reperibile la documentazione su come impostare le regole di gestione dei cookies per il proprio browser, a titolo di esempio si riportano alcuni indirizzi relativi ai principali browser: 

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it 
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie 
Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9 
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html 
Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

Terenzi: Sulla questione dell’acqua la maggioranza è andata in confusione.

Nella foto i consiglieri di Centrosinistra presenti alla conferenza stampa di oggi: Da sx Irina Drigo, Marco Terenzi e Vittorina Pizzolitto.

Portogruaro, 09/09/2017. Presso il Circolo del Pd stamani il gruppo consiliare Centrosinistra Più avanti Insieme ha presentato un volantino, in distribuzione nelle case dei portogruaresi, dove sono sinteticamente indicati i vantaggi per Portogruaro nel rimanere con LTA, attuale gestore del ciclo integrato delle acque, e gli svantaggi nello scegliere un altro gestore. Oggi lo scenario è il seguente: LTA fornisce alle case dei portogruaresi acqua pura prelevata da falda artesiana senza trattamenti. Ha accumulato 60 anni di esperienza nel gestire l’ambito naturale compreso tra i fiumi Livenza e Tagliamento. Ha già programmato investimenti per 6,2 milioni di euro (alcuni interventi sono già in corso d’opera) per l’ammodernamento del sistema idrico-fognario e di depurazione nel nostro comune. L’abbandono di LTA a fronte di un altro gestore, proveniente da Treviso o Venezia, significherebbe non avere più acqua da risorgiva, ma da fiume che va potabilizzata con processi artificiali. Servirebbero nuove condotte per allacciarsi con i sopracitati gestori veneti i cui costi si riverserebbero sulle tasche dei cittadini. Gli investimenti di ammodernamento della nostra rete idrica non sarebbero più certi. Tra i comuni veneti serviti da LTA, Portogruaro è l’unico che non ha ancora approvato la fusione di questo gestore con quello friulano Sistema Ambiente, un’operazione richiesta dalla normativa nazionale e regionale volta a costituire ambiti idrici con almeno 500 mila utenti per conseguire economie di scala. Il percorso di fusione tra LTA e S.A. è cominciato il 29/1/2015 a seguito dall'approvazione di una legge regionale del FVG. Da allora si sono più volte riuniti i comitati ristretti di sindaci (dei quali fa parte anche il primo cittadino di Portogruaro, Maria Teresa Senatore) per definire e promuovere l’assetto della nuova LTA allargata a Sistema Ambiente. La questione approda per la prima volta nel consiglio comunale di Portogruaro solamente nel gennaio del 2017 e qualche mese dopo, sempre su iniziativa del gruppo di Centrosinistra, viene presentata un’interrogazione per sapere a che punto era arrivata la discussione sul nuovo sistema idrico integrato. Il sindaco, in maniera molto vaga, risponde che non appena saranno definiti tutti i possibili scenari sarà sua cura trasmettere tutte le informazioni istituzionali richieste che si rinviano a successive comunicazioni. Come dire che il consiglio comunale sarà debitamente informato quando sarà ormai stato tutto definito senza possibilità di richiedere modifiche. A cavallo tra i mesi di luglio ed agosto vengono convocate due commissioni consiliari per approfondire l’argomento. Ad una di queste, come era già accaduto in altri comuni del Portogruarese, partecipa il presidente di LTA, Andrea Vignaduzzo, per illustrare il futuro di questa società e soprattutto gli investimenti programmati nella città del Lemene che ammontano, come detto in precedenza, a 6,2 milioni di euro. A differenza di quanto era avvenuto negli altri comuni, i dati forniti da Vignaduzzo non bastano a togliere i dubbi maturati nella maggioranza consiliare e nel M5s. Il Centrosinistra, prendendo atto che gli altri comuni avevano già deliberato la fusione, chiede ed ottiene che l’incorporamento di Sistema Ambiente in LTA venga messo tra i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale di fine agosto nonostante la evidente ritrosia della maggioranza che invoca più tempo per approfondire la questione. Il 29 agosto il M5s chiede che la discussione sulla fusione venga rinviata perché per loro il quadro della situazione non era ancora ben delineato. La maggioranza consiliare coglie al balzo questa opportunità rinviando tutto al prossimo consiglio comunale. Prima però interviene il capogruppo di Forza Italia, Enrico Zanco, dicendo che la fusione di LTA con Sistema Ambiente è parecchio dannosa, è contro producente, non è né interessante, né equa, né equilibrata soprattutto per gli undici comuni del Veneto. Alla fine cita Veritas come se in qualche modo Veritas potesse essere una valida opzione per la comunità di Portogruaro. Qualche giorno dopo un altro capogruppo della maggioranza, Giorgio Barro, dice esattamente il contrario in un’intervista rilasciata al Gazzettino: “L’ipotesi di aderire a Veritas, legata a non ben precisati benefici sulla qualità dell’acqua e sulle tariffe, portata all’attenzione in Consiglio comunale da Enrico Zanco di Forza Italia, non è mai stata discussa in maggioranza. È dunque un’idea personale che io considero fantasiosa, impraticabile e insensata.” Queste prese di posizione, in palese contraddizione fra di loro, fanno emergere - secondo Marco Terenzi, consigliere del CSX - la confusione e l’incertezza che da tempo regnano nella maggioranza e che hanno portato Portogruaro all’isolamento politico non solo rispetto ai comuni mandamentali, ma anche di quelli contermini del Friuli Venezia Giulia. Per cercare di chiarire qual è il pensiero dell’amministrazione comunale sul bene primario dell’acqua, il sindaco Maria Teresa Senatore, evidentemente incalzata dall’uscita del volantino del Centrosinistra, ha diffuso un comunicato stampa che non ha chiarito nulla. Ha espresso un pensiero “neutro” utilizzando principi e concetti generali del tipo “io devo fare gli interessi dei cittadini” senza spiegare perché LTA potrebbe essere una soluzione che va contro gli interessi dei cittadini. Terenzi lamenta inoltre che non c’è stato e non c’è dibattito né confronto nemmeno su temi primari come quello dell’acqua. Per l’ennesima volta il sindaco non è entrata nel merito della questione evitando soprattutto di dare una soluzione, una prospettiva. La consigliera Irina Drigo auspica che questo tema eclatante faccia risvegliare il senso civico della comunità portogruarese perché è arrivato il tempo, dopo due anni e mezzo, di dare un giudizio su questa amministrazione. L’odierno volantino informativo, assieme alle altre iniziative del Partito Democratico, servono a stimolare un pensiero critico all’interno della comunità per fare in modo che questa amministrazione sbagli il meno possibile su temi fondamentali come quello dell’acqua. La consigliera Vittoria Pizzolitto ritiene che gli interventi del sindaco Senatore e del consigliere cinquestelle Claudio Fagotto, nell’ultima seduta del parlamentino portogruarese, “puntino ad adombrare scarsa trasparenza, convenienza e rappresentanza politica nella fusione LTA-Sistema Ambiente. L’intervento di Zanco ha sparigliato il gioco perché è andato oltre. Ha fatto il nome di Veritas, ha citato la questione delle tariffe e la bontà dell’acqua assumendosi responsabilità che potrebbero diventare anche pesanti. Sempre a proposito della fusione i Cinquestelle giocano sui formalismi, sulla procedura che non è chiara, che ci sono dei coni d’ombra, che bisogna essere più trasparenti, ecc… Tutti questi formalismi servono in realtà alla Senatore per prendere tempo sul progetto di fusione e ai Cinquestelle per cavalcare quella che nel consiglio comunale è la loro posizione: comunque sia, comunque vada io difendo la Senatore. Stessa cosa ha fatto la maggioranza: chi stava in silenzio, chi faceva le faccette, chi si è espresso e chi ha scritto il giorno dopo. Insomma c’è una maggioranza che sulla questione acqua non si è pronunciata a differenza del gruppo di Centrosinistra che è stato tempestivo, competente incalzando la maggioranza con tutti gli strumenti che il regolamento ci ha consentito.”

 

 

Facebook

IL BLOG DI STEFANO ZANET

stefano zanet blogger

Visitatori del nostro blog

< >
OGGIOGGI903
IERIIERI1765
QUESTA SETTIMANAQUESTA SETTIMANA9999
QUESTO MESE QUESTO MESE 33498
UTENTI COLLEGATI ORA 25
< >

PORTOGRUARO. LA CENTRALITÀ DEL CITTADINO PER MARIA TERESA SENATORE PRIMA DI DIVENTARE SINDACO